Missione e Motivazione

Una grande ambizione 

Attraverso questo progetto, vogliamo dare un contributo decisivo per l'attrattiva delle nostre università europee sulla scena mondiale. Di fronte all'attuale rivoluzione informatica e alla rapida evoluzione delle nostre società e del mercato del lavoro, dobbiamo apportare cambiamenti radicali nelle modalità con le quali insegniamo, facciamo ricerca e comunichiamo. Sviluppare il progetto CIVIS a partire dalle sfide globali (invece che attraverso il prisma delle separazioni disciplinari convenzionali) fa emergere una cultura della collaborazione e richiede pedagogie innovative che incoraggino il pensiero critico, l'adattabilità e la resilienza: capacità orientate al futuro. Per condividere e costruire conoscenze tra studenti, insegnanti, ricercatori e società civile, renderemo le risorse educative, scientifiche e civiche il più possibile aperte e accessibili sulla base dei principi di Open Science e delle Risorse didattiche aperte.

Una forte identità civica

Il desiderio di inclusione permeerà tutte le nostre azioni, poiché siamo pienamente impegnati nell'uguaglianza di genere, nella non discriminazione e nell'uguaglianza sociale. Il coinvolgimento delle nostre università in questa alleanza contribuirà a ridurre le disuguaglianze, aumenterà l'accesso a una formazione di qualità e creerà reali opportunità di successo per tutti i nostri studenti.

Il desiderio di far parte delle dinamiche dell'Unione Europea

Come università membri del CIVIS, riconosciamo l'importanza fondamentale dei principi del Processo di Bologna per aumentare la mobilità tra noi e con altre università partner in Europa e, infine, per creare uno spazio europeo per l'istruzione superiore. A tal fine, stiamo pianificando la creazione di una carta d'identità CIVIS (per studenti, ricercatori e personale), il pieno riconoscimento dei crediti ottenuti all'interno dell'alleanza, il Diploma Supplement, misure a sostegno della dimensione sociale della mobilità, processi di valutazione della qualità ecc.
Con sette lingue principali parlate nell'alleanza, oltre all'inglese come lingua franca, CIVIS investirà nella diversità linguistica, che è una questione molto importante nel processo di globalizzazione. Miriamo a portare entro il 2025 la maggior parte dei nostri studenti, ricercatori e personale a padroneggiare almeno due lingue straniere oltre alla loro lingua madre dopo aver completato la loro formazione presso un'università CIVIS.
Clicca qui per leggere la nostra dichiarazione di missione, che è stata approvata dal Consiglio di amministrazione di ciascuna università fondatrice di CIVIS